Cerca nel blog

Post più popolari

Triurlo Italian Swing @ That's all

Filippo Mongelli & Francesca Iurlo (sinistra), Nico Armenise (destra).

Altra serata musicale tra amici, ospitata dal "That's all", nel centro di Bari.

Ieri è stato il turno di "Triurlo Italian Swing", un progetto musicale divertente e rilassante, dal sapore vintage... ma che riserva sempre sorprese!

La formazione originale è un trio, tre colleghi/amici molto attivi, impegnati in diverse formazioni/progetti e già riconosciuti nei panorami musicali (pugliesi e non), ed è composto da:
  • Francesca Iurlo (voce)
  • Filippo Mongelli (tastiere)
  • Nico Armenise (chitarra/sax)

Ieri però, lo swing è stato raccolto in formazione ridotta, solo duo di voce e tastiere, che ha eseguito la scaletta regalando note e sorrisi ad amici seduti, ai clienti vari, finanche ai passanti... coinvolgendo tutti con motivetti immortali come "Ma l'amore no", "Silenzioso slow", "Torpedo blu", "Marilù", "Via con me", "Mille lire al mese", "La notte è piccola"... tutti riproposti con arrangiamenti freschi e frizzanti.

Ma lo swing del progetto Triurlo non si è fermato al classico... a metà serata sono infatti iniziati gli esperimenti: una simpatica narrazione ha portato gli ascoltatori attraverso l'evoluzione di ciò che si è ballato in sale e discoteche sparse per il mondo, dagli anni '20... ad oggi, la voce narrava ed il piano intonava, e dopo qualche decade riassunta... ecco che arriva: l'electro-swing!

L'esperimento del progetto Triurlo è divertente e molto ben riuscito, si presta a molteplici situazioni e consiste in una riproposizione dei titoli che hanno fatto la storia del genere, fusi con un tappeto di sonorità elettroniche di derivazione Deep House/Pop/Hip Hop.

E così abbiamo avuto la possibilità di ascoltare esperimenti come: "Ho un sassolino nella scarpa", "Baciami piccina", "Buona sera signorina", "Mambo italiano", "Spaghetti a Detroit", "Ma le gambe"... sempre sostenuti da una bellissima interpretazione vocale, ed arricchiti dai virtuosismi alle tastiere.


Trio dunque consigliato!

L'idea di passare una serata all'insegna dello swing può suonare come una proposta strana, per molti (per me in prima linea), ma i tre vi stupiranno, regalando un trittico di simpatia e tecnica davvero degne di nota!

Provare per credere!


Nessun commento:

Posta un commento